Sesso e prostata: curare la disfunzione erettile quando si ha una malattia della prostata

Se sei preoccupato e credi di soffrire di disfunzione erettile, è importante capire prima di cosa si tratta veramente. Non riuscire ad avere un'erezione una notte dopo aver bevuto diversi drink – o anche per una settimana o più durante un periodo di intenso stress emotivo – non è una disfunzione erettile. Né lo è l'incapacità di avere un'altra erezione subito dopo un orgasmo. Quasi ogni uomo ha occasionalmente problemi di erezione, e la maggior parte dei partner ne è cosciente.

 

La disfunzione erettile è l'incapacità di raggiungere e mantenere un'erezione sufficiente per il rapporto sessuale almeno per il 25% delle volte in cui ci si prova. Il pene non diventa abbastanza duro, o diventa duro ma si ammorbidisce troppo presto. Il problema spesso si sviluppa gradualmente. Una notte può richiedere più tempo o più stimoli per ottenere un'erezione. In un'altra occasione, l'erezione può non essere ferma come al solito, o può finire prima dell'orgasmo. Quando queste difficoltà si verificano regolarmente, è il momento di parlare con il tuo medico.

 

La disfunzione erettile può avere molte cause, comprese alcune forme di malattia della prostata e farmaci e interventi chirurgici per il cancro alla prostata. Fortunatamente, in molti casi, questo problema può essere affrontato efficacemente. Alcuni uomini trovano sollievo prendendo farmaci per trattare la disfunzione erettile. Se questi non sono efficaci per voi, una serie di altre opzioni, tra cui iniezioni e dispositivi a vuoto, sono disponibili. La possibilità di trovare la giusta soluzione è ora più grande che mai. In questo articolo esploriamo il motivo per cui gli uomini possono sviluppare una disfunzione erettile come conseguenza di alcune malattie della prostata, e dettaglia le attuali opzioni di trattamento per ripristinare la funzionalità sessuale.

 

Le basi: come avviene un'erezione

Al suo livello più elementare, l'erezione è una questione di idraulica. Il sangue riempie il pene, facendolo gonfiare e diventare sodo. Ma arrivare a quello stadio richiede una straordinaria orchestrazione dei meccanismi del corpo. Vasi sanguigni, nervi, ormoni e, naturalmente, la psiche devono lavorare insieme. I problemi con uno qualsiasi di questi elementi possono diminuire la qualità dell'erezione o impedirla del tutto. I nervi parlano tra loro rilasciando ossido nitrico e altri messaggeri chimici. Questi messaggeri stimolano la produzione di altre importanti sostanze chimiche, tra cui il guanosina monofosfato ciclico, le prostaglandine e il polipeptide intestinale vasoattivo. Queste sostanze chimiche danno inizio all'erezione rilassando le cellule muscolari lisce che rivestono le minuscole arterie che portano ai corpi cavernosi, un paio di cilindri flessibili che corrono per tutta la lunghezza del pene.

 

Perché la disfunzione erettile può derivare dalla prostata

In passato, si pensava che la maggior parte dei casi di disfunzione erettile fosse di origine psicologica, il risultato di demoni come l'ansia da prestazione o lo stress più generalizzato. Mentre questi fattori possono causare la disfunzione erettile, i medici ora pensano che il 70% delle volte il problema può essere ricondotto a una condizione fisica che limita il flusso di sangue, ostacola il funzionamento dei nervi, o entrambi. Tali condizioni includono diabete, malattie renali, sclerosi multipla, aterosclerosi, malattie vascolari e alcolismo. Tuttavia, alcuni tipi di malattie della prostata e trattamenti (in particolare per il cancro alla prostata) possono anche essere responsabili.

 

Testosterone basso

I livelli di testosterone tendono a diminuire con l'età. Raggiungono il picco all'inizio dell'età adulta e poi possono diminuire fino all'1% all'anno a partire dai 40 anni. A volte si verifica un calo improvviso a causa di un infortunio o di una malattia (come un'infezione), di una chemioterapia o di un trattamento con radiazioni, o di alcuni farmaci. L'ormone testosterone gioca un ruolo importante nella salute degli uomini, ma forse il suo ruolo più significativo è quello di alimentare il desiderio sessuale. Se i livelli di testosterone scendono troppo in basso, gli uomini possono sperimentare la disfunzione erettile e la mancanza di libido.

 

Prostatite

Questa infiammazione della ghiandola prostatica può essere acuta (solitamente causata da un'infezione batterica) o cronica (solitamente non causata da un agente infettivo). I sintomi includono dolore durante la minzione, minzione più frequente e – eventualmente – uno scarico dal pene o febbre. Una prostatite grave può causare direttamente la disfunzione erettile. Nelle forme più lievi, la condizione può produrre un'eiaculazione dolorosa, che può certamente interferire con il piacere sessuale e può portare alla disfunzione erettile. In questi casi può essere molto d’aiuto rivolgersi agli integratori sessuali che trovi su Pene Top: le recensioni ottime sui prodotti che trovi su questo sito ne confermano l’efficacia e l’affidabilità.

 

Alfredo Kaseddu Autore

Cuore cagliaritano ma animo giallorosso. Scrivo di cronaca locale e sono corrispondente di "La nuova Sarda" da Roma per la politica. Laico, come la Capitale dopo il 1870.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.