Sesso da sobri? No Grazie!

Se in Italia il sesso da sobri è qualcosa di normale mentre l’uso di alcool prima di un rapporto è più occasionale, in Inghilterra sembra essere invece la norma anche per le coppie già consolidate. Come mai gli inglesi sono più propensi di noi a fare sesso solo dopo una bella bevuta o una serata al pub? Vediamo come funziona questa peculiare inclinazione ideologica.

No al sesso da sobri: la filosofia bizzarra

Dopo una serata in discoteca può capitare di riuscire a rimorchiare una donna e portarla a casa per consumare un rapporto sessuale. Questi incontri spesso e volentieri sono accompagnati da un forte uso di alcool che inebria e blocca i freni inibitori, lasciando campo libero alle nostre passioni più sfrenate.

L’interessante studio commissionato da un istituto di ricerca farmaceutica inglese ha evidenziato come ben il 66% degli anglofoni preferiscano fare sesso solo quando sono sotto l’effetto dell’alcool. La motivazione che gli intervistati hanno addotto nella maggior parte dei casi è legata al fatto che sembra riuscire a far tornare la voglia dopo una lunga giornata stressante.

Il 61% degli intervistati ha infatti dichiarato come da sobri non siano mai “dell’ umore giusto” per intrattenere un rapporto sessuale col partner, mentre con una bella sbronza riescano a ritrovare la passione sotto le lenzuola.

Ma la cosa davvero sconvolgente che emerge dalla ricerca è che solo il 52% degli intervistati ha asserito di aver fatto sesso nell’ultimo mese senza essere sotto l’influenza dell’alcool e un 11% addirittura deve andare indietro di ben 6 mesi per riuscire a ritrovare una volta in cui ha fatto sesso da sobrio. 

Un portavoce dell’azienda farmaceutica che ha commissionato la ricerca ha commentato: “Si sa che a noi inglesi piacciono gli alcolici […] ma sembra che lasciamo che l’alcool si metta tra noi e il nostro partner in camera da letto. E’ stato scioccante vedere che più di una coppia su dieci non ha fatto sesso da sobri negli ultimi sei mesi”.

Sisto Finzelli Autore

Classe 1999, Fuga da Los Angeles per tornare a Roma per scrivere. La città più dannatamente bella del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.