Il sale, buono solo per condire la pasta?

Come tutti sappiamo il cloruro di sodio, più comunemente noto col nome di sale da cucina, è un ottimo condimento molto impiegato per dare sapore ai piatti o per conservare a lungo gli alimenti deperibili come carne e pesce. Ma non tutti sanno che questo particolare tipo di composto chimico ha anche moltissimi altri impieghi utili nella vita quotidiana, vediamo insieme quali sono i più comuni!

Uno dei problemi con cui spesso le massaie si trovano a fare i conti sono le macchie di vino sulla tovaglia o su altri capi. Bene sarete felici di sapere che utilizzando un semplice composto di sale e limone (250 gr di Sale per ogni cucchiaio di limone) lasciato in posa per 20 minuti, potrete smacchiare efficacemente qualunque tipo di tovaglia. Nel caso si tratti di un tessuto delicato basterà sostituire il limone con l’aceto.

Il sale, com’è noto, ha un notevole potere di assorbimento, lo si usa infatti come conservante per cibi che altrimenti deperirebbero in fretta, ma questa proprietà può essere sfruttata anche per assorbire l’umidità di una stanza. Con un bicchiere di sale e qualche accorgimento è infatti possibile realizzare un deumidificatore fai da te, che piazzato negli angoli aiuterà a combattere il fastidioso problema delle microinfiltrazioni.

Un’ altra applicazione molto utile del sale è contro i cattivi odori delle scarpe. Ebbene si, se miscelate 2 parti di bicarbonato ed una di sale e inserite il composto nella scarpa, dopo una notte di riposo ogni odore sgradevole sarà scomparso!

Naturalmente queste sono solo poche fra le innumerevoli applicazioni che questo fantastico prodotto può avere, molte delle quali si perdono nella tradizione popolare. Il punto che vogliamo farvi comprendere oggi è che il sale può essere impiegato per gli scopi più variegati, perfino come cosmetico!

Priscilla Mosetti Autore

Spettacolo, Arte, Cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *