Possibile fusione fra Isis e Al-Qaida, emergono documenti segreti

Stando alle fonti di informazione araba, pubblicate anche sui maggiori quotidiani londinesi, sarebbero emersi alcuni “documenti segreti” che sosterrebbero la necessità e la volontà che le due grandi potenze terroristiche del medio-oriente Isis e Al-Qaida avrebbero di fondersi in un’ unica grande forza.

Storicamente i due gruppi hanno sempre avuto screzi per divergenze di opinioni ma l’instaurazione del nuovo governo a Tripoli avrebbe portato alla luce un nemico comune, che potrebbe spingere le due fazioni estremiste a fondersi in una.

Lo stato confusionale generato dal nuovo governo libico, avrebbe quindi reso necessario almeno valutare l’ipotesi di un’ alleanza, la quale prevedrebbe anche la suddivisione di Tripoli che andrebbe all’Isis e Sirte per Al-Qaida. Non vi sono ancora ne conferme ne smentite in merito a suddetta alleanza, quel che è certo è che se i due maggiori esponenti del terrorismo mondiale si unissero, le conseguenze sarebbero davvero gravi.

Intanto l’ Isis torna a minacciare di attentati su larga scala tutti i paesi europei, a dirlo è il direttore di Europol Rob Wainwright in una conferenza stampa dopo una riunione dei ministri dell’interno UE. Il direttore avvisa che la tensione è molto alta e che l’Europa intera deve aspettarsi possibili attentati, che siano dell’Isis, di gruppi estremisti o di semplici imitatori filo-islamici poco importa. A rischio in particolare la Francia che in risposta agli attentati di Parigi ha inviato altre forze militari in medio-oriente.

Tutti i paesi europei si sono mobilitati per alzare il livello di allerta nelle proprie città, poichè gli obiettivi sensibili sono proprio quelli dove vi è un maggior affollamento di persone. La preoccupazione rimane alta anche in Italia.

Priscilla Mosetti Autore

Spettacolo, Arte, Cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *